Finanziamento e Prestito Auto: Quali Sono i Migliori per Acquistare l’Auto

Rispetto alle possibilità economiche di numerose famiglie italiane l‘acquisto di un’automobile rappresenta oggigiorno una spesa eccessiva e arrivare a disporre della liquidità necessaria appare a molti un obiettivo irraggiungibile. Che fare allora? Siccome la decisione di rottamare la vecchia auto non può essere rimandata all’infinito, si rende necessario ricorrere ad un prestito per procedere all’acquisto del nuovo mezzo.

Davanti alle numerose modalità di accesso al credito proposte da concessionari e società finanziarie è normale che sorga un certo senso di disorientamento: come individuare la migliore offerta economica?
In questo articolo andremo ad analizzare nel dettaglio le varie possibilità disponibili con relativi costi e requisiti, per consentire a chiunque di accedere in tutta tranquillità al prestito più adatto alle proprie esigenze in termini di flessibilità e dilazione del pagamento.

Prestito finalizzato o finanziamento personale?

Il primo passo per individuare la migliore soluzione è senza dubbio imparare ad orientarsi tra le principali offerte presenti sul mercato. L’acquisto di un’auto (non fa differenza se nuova, usata o a km zero) può essere finanziato principalmente in due modi: in concessionaria con una soluzione ad hoc oppure rivolgendosi ad un istituto di credito per un prestito personale. Vediamo nel dettaglio in cosa differiscono le due opzioni e come procedere nella scelta.

Il metodo più diffuso per ottenere un finanziamento sull’acquisto dell’auto è rivolgersi direttamente al rivenditore, che nella maggior parte dei casi propone ai potenziali acquirenti soluzioni a tasso di interesse fisso con un piano di ammortamento a rate costanti di una durata compresa tra 1 e 5 anni. Il concessionario ha infatti a sua volta stipulato un contratto con una società finanziaria di prestiti e svolge ruolo di intermediario occupandosi delle pratiche al posto del cliente. La somma concessa copre solitamente al massimo i quattro quinti del costo della vettura (mentre il rimanente va anticipato) e viene erogata dalla banca direttamente al rivenditore senza passare per l’acquirente.

Il prestito in concessionaria è senza dubbio la modalità in assoluto più semplice per procedere in breve tempo all’acquisto, tuttavia l’intermediazione del rivenditore e l’impossibilità di scegliere l’istituto di credito con le condizioni più vantaggiose e di finanziare l’intero acquisto possono far apparire questa scelta poco appetibile.

L’alternativa principale sta nel rivolgersi in prima persona ad una società finanziaria e presentare richiesta per un prestito. In questo modo si possono ottenere finanziamenti non finalizzati, ovvero il cui importo non è vincolato all’acquisto dell’auto, ma viene accreditato su conto corrente e può essere in parte conservato o speso per un altro scopo. Prestiti di questo genere si contraddistinguono per una maggiore flessibilità e la possibilità di ottenere somme più consistenti per coprire eventualmente l’intero costo dell’auto. Di contro, specialmente se non si dispone di forti garanzie per la solvibilità, rapportandosi da singoli con l’istituto di credito si ottengono solitamente tassi di interesse più elevati. Non vi è modo di stabilire a priori nel caso specifico quale sia la soluzione più conveniente; è pertanto fondamentale procedere ad un confronto tra le offerte del concessionario e una selezione dei migliori prestiti personali.

Scelta del prestito auto: come confrontare le proposte

Per chiunque stia valutando la possibilità di richiedere un prestito personale per l’acquisto di un veicolo può essere particolarmente importante ricordare l’esistenza di piattaforme online come Segugio.it e Facile.it che consentono di risparmiare confrontando le offerte di numerosissime società finanziarie per poi scegliere la più vantaggiosa.
Per dare un’idea dei tassi applicati, per ottenere 10000 € di finanziamento sull’acquisto di un’auto nuova per una durata di 90 mesi, Banca Findomestic propone un TAEG pari al 6,11% con rate mensili da 138,01€.

Il tasso di interesse può tuttavia subire notevoli variazioni a seconda del livello stimato di affidabilità creditizia, motivo per cui specialmente se al momento si è privi un’entrata fissa, per poter sperare di ottenere un buon prestito è fondamentale presentare un estratto conto corrente bancario, dichiarazione dei redditi e in caso di cifre elevate un garante con contratto a tempo indeterminato o il certificato di possesso di un immobile per l’ipoteca.


Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.