La biblioteca

La Biblioteca del CNEL nasce nel 1958, su iniziativa del Presidente, Meuccio Ruini, con l’inizio della attività del Consiglio. Attualmente possiede un patrimonio librario, particolarmente specializzato nelle materie giuridiche, economiche, sociali e del lavoro, di circa 75.000 volumi, con un incremento annuo medio di 2.000 accessioni. Questo dato comprende circa 800 testate di periodici, italiani e stranieri, di cui 200 correnti, 480 opere in collana, 950 opere in continuazione (annuari italiani e stranieri), pubblicazioni del Bureau International du Travail, dell’Istat, dell’Unione Europea e dell’OCSE.

Il Catalogo della Biblioteca è stato informatizzato nel 1987 ed è stato reso consultabile sul portale del CNEL a partire dal 2003. Nel corso del 2007 gli Uffici hanno provveduto ad una revisione di tutto il patrimonio librario ed alla conseguente riformulazione del catalogo utilizzando il programmma “Alexandrie”. il nuovo catalogo consente di effettuare ricerche per titolo, autore, soggetto, anno di pubblicazione e tipologia (monografie, riviste e spogli).


L’accesso alla Biblioteca è riservato ai componenti del CNEL; tuttavia, studiosi e ricercatori esterni possono ottenere, su appuntamento, l’accesso diretto alla consultazione, prendendo gli opportuni contatti con l’Ufficio. A partire dal 2009 la Biblioteca ha reso disponibile una sezione “on line”, che consente l’accesso a riviste e banche dati specializzate, nonchè alla Banca dati OCSE. Questa sezione del Portale è riservata agli utenti CNEL, ma è comunque consultabile anche da parte di utenti esterni presso la sede della Biblioteca.

Informazioni

CSER La Biblioteca del CNEL ha avviato una collaborazione con il Centro Studi Emigrazione di Roma finalizzata all’arricchimento della conoscenza del fenomeno dell’emigrazione. In questo ambito, attraverso il banner dello CSER si può accedere al catalogo on-line per consultare il materiale contenuto nella biblioteca del Centro Studi. Questo materiale si è recentemente arricchito della documentazione (27.000 volumi e 150 periodici) proveniente dal Center for Migration Studios di Staten Island, New York, una delle raccolte più complete sulle migrazioni, i rifugiati ed i gruppi etnici in America, soprattutto per quello che riguarda l’emigrazione italiana nel nuovo continente: si tratta di studi e documenti che vanno dalla metà del XIX secolo a tutto il XX secolo e raccontano i diversi aspetti della vita italo-americana: economia, istruzione, lavoro, politica.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.