LE TRASFORMAZIONI DEL CONTESTO

L’intreccio tra cambiamenti nelle dinamiche della popolazione e modificazione del
lavoro è il processo che, probabilmente più di ogni altro, esprime le novità degli ultimi
decenni.

Dal punto di vista della popolazione, si tratta di una trasformazione non solo
quantitativa (declino delle nascite, crescita della longevità, aumento dei molto anziani,
espansione dell’immigrazione), ma anche relazionale (modificazione delle strutture
familiari e dei rapporti tra generazioni) e qualitativa (mutamento del capitale umano). E
anche dal punto di vista degli effetti sul lavoro, questi non sono solo di natura
quantitativa, (in quanto le generazioni di giovani che entrano nell’età attiva e nel mercato
del lavoro hanno raggiunto il minimo storico), ma riguardano una serie di aspetti, quali la
produttività, l’allocazione del lavoro tra generi e nel corso di vita, la durata della vita
attiva, la mobilità.

Nel Contributo vengono analizzate le principali modificazioni demografiche
intervenute: dalle tendenze della mortalità al miglioramento della salute degli individui,
dalla bassa fecondità all’invecchiamento della popolazione, dall’evoluzione delle strutture
familiari alla condizione dei giovani. Infine, vengono approfonditi l’evoluzione della
mobilità e la crescita dell’immigrazione, che costituiscono il fenomeno di maggiore
importanza dell’ultimo ventennio.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.